mercoledì 22 ottobre 2008

Il Bacio della Medusa

La genesi del progetto "Il Bacio della Medusa"...
...avviene nel settembre 2002, ad opera di Diego Petrini (Batteria), Federico Caprai (Basso) e Simone Cecchini (Voce, Chitarra acustica).
Dalle ceneri di un precedente gruppo che vedeva coinvolti Petrini e Caprai, nasce così quel laboratorio artistico musicale che fin dagli esordi si è posto il problema della riscoperta del Rock Progressive degli anni ’70, operando una ricerca talvolta maniacale di vecchi dischi in vinile, ed inaugurando inoltre una florida stagione creativa in cui verrà restituita la dovuta dignità al testo e all’arrangiamento musicale.
Dopo diversi cambiamenti di organico, (si alterneranno chitarristi e tastieristi), nel dicembre 2003 entra stabile in formazione Simone Brozzetti (Chitarra) che porterà al BDM un suono decisamente Rock Blues ed uno stile più istintivo e graffiante rispetto ai precedenti chitarristi. Così Cecchini, Caprai, Petrini e Brozzetti, dopo un anno e mezzo di intenso lavoro, decidono di rivedere e riarrangiare i pezzi già in cantiere e con l’entrata nella band di Eva Morelli (Flauto Traverso) e con l’aiuto di Angelo Petri (Sax e Fisarmonica), entrano in studio di registrazione nell’ aprile 2004.
Il progetto si concretizza in giugno ed arriva a compimento con la realizzazione del primo lavoro discografico, l’omonimo “Il Bacio della Medusa”.


Nel Gennaio 2005 è ufficiale l’entrata nel Bacio di Daniele Rinchi che con il suo violino darà un enorme contributo alla ridefinizione del sound del BDM, sound che subirà un ulteriore evoluzione con l’apporto di nuove strumentazioni quali l’organo di Petrini e il Sax di Cecchini.
Ma la vera e propria svolta sarà l’inizio di una collaborazione con la Black Widow Records, celebre etichetta genovese rinomata tra gli appassionati del genere, che dal maggio 2005 disribuirà ufficialmente il primo lavoro della band.
Dal Settembre 2005 il BDM si ritira in Studio per la realizzazione del nuovo lavoro, un concept album dal titolo “Discesa Agl’Inferi d’un Giovane Amante”, che vedrà la luce soltanto nel maggio 2006
In questi mesi il gruppo continua a pubblicizzare il “vecchio“ lavoro ed inizia a collaudare alcuni nuovi brani rivisitando la propria esibizione live.
Portate a termine le registrazioni del disco, nel settembre 2006 il Bacio firma un contratto discografico con la Black Widow Records per la ristampa del primo lavoro e la produzione del nuovo (LP-CD).

video


Citazione del giorno:
"Non ci sono segreti meglio custoditi di quello che tutti conoscono." (George Bernard Shaw)


Nessun commento: