lunedì 21 luglio 2008

La band di Johnny Winter


Nel post precedente ho raccontato la mia serata , davanti a Johnny Winter.

La sua band è formata da :
-Scott Spray, al basso
-Tony Beard
-Paul Nelson alla chitarra.
Quest'ultimo ha suonato poco , quasi da "ospite", ma mi è piaciuto molto.
Ho ricercato in rete qualche notizia e propongo un'intervista che aiuta ad inquadrare il personaggio.
Nel filmato a seguire emerge il suo suo talento , nel corso del primo brano , in attesa di Winter.
Per saperne di più su Nelson , consultare il suo sito ufficiale:

http://www.paulnelsonguitar.com/


Di Carla Pomes.
Ed ecco a voi una chiacchierata con Paul Nelson, lo ricorderete come chitarrista degli storici Liege Lord (in cui cantava l`ex-Overkill e attuale cantante degli Annihilator Joe Comeau).
In questi anni non è stato assolutamente con le mani in mano e ha davvero tante cose da raccontare, sui Liege Lord e su se stesso anche in occasione dell`uscita del suo primo cd solista "Look".


Allora, dicci un po` cosa hai fatto in tutti questi anni.
Dopo lo scioglimento iniziale dei Liege Lord mi sono unito ad un gruppo, i Bloody Stools, sotto l`etichetta Def Jam di Rick Rubin, e siamo andati in tour in Europa meridionale e Africa settentrionale con Fernando Pereira, suonando sul suo cd "Live from NY", disco d`oro in Portogallo.
Ho suonato su "Mediterranean Love Affair", con alcuni grossi personaggi di NY e ho scritto la musica per gli episodi di "Scruff Boys" (commedia via cavo) e colonne sonore per la radio.
L`anno scorso sono apparso come ospite in un cd in Norvegia dal titolo "Create your Lover" per il cantautore PV (http://www.pvpage.com/).
La canzone "Summerdays" è finita in una pubblicità sulla tv nazionale per una grossa azienda europea, e continuerà ad essere trasmessa per due anni.
Ho anche suonato su "Matter of Perception", con Chuck Loeb, Jim Beard e Bill Evans e recentemente mi hanno assunto per le parti di chitarra e per comporre le musiche per la WWF`s XFL Extreme Football League, su NBC, TNN e UPN.
Sono stato molto occupato! Ma potete dare un`occhiata su www.paulnelsonguitar.com e trovare molto di più.


Com`è stato suonare di nuovo con i Liege Lord?Senti che siete cambiati, in qualche modo?
La nostra grande reunion come sai è stata al Wacken l`anno scorso, è stato un successone e il pubblico era molto caloroso.
Ma sono state le prove che ci sono sembrate fantastiche e strane allo stesso tempo.
Ci siamo esercitati molto, e c`erano momenti in cui magari dimenticavi una parte, ma per qualche strano motivo la tua memoria ti dice istintivamente dove andare.
Ho rilasciato un`intervista subito dopo quel concerto, che è parte di un video documentario insieme a Rose Tattoo, Stratovarius, Rhapsody, Samson e molti altri, si chiama "Wacken 2000 - Special Report" (distribuito dalla Nuclear Blast/Warner su VHS e DVD).

In questo periodo molte vecchie e gloriose bands si sono riformate (penso ad esempio agli Holy Moses e ai Watchtower).
Pensi che questo rinnovato interesse verso il thrash anni `80 possa durare, o che sia solo una moda (che gruppi vecchi e nuovi possono tentare di sfruttare)? E soprattutto, credi che la vecchia scuola thrash/speed/power metal abbia ancora qualcosa da dire?
Sicuramente sotto ogni band che si riforma ci sono tante motivazioni diverse, ma credo che la musica (che sia sfruttata o no) abbia un suo ruolo. E nel caso di questa resurrezione di massa del metal underground della metà degli anni `80, credo che con un attento ascolto il buono si distinguerà dal cattivo. Secondo me cose come le ristampe sono ciò che sono, un ricordo di momenti che hanno significato qualcosa o hanno lasciato un segno.
La gente è abbastanza furba da capire se quel segno merita di essere ricordato o se è solo una piccola macchia... Comunque finora ogni reunion che avevo ansiosamente aspettato si è avverata! Penso che la cosa più importante sia vedere la longevità di ogni gruppo riformato.
Questo può essere un modo per misurare il grado di stabilità del metal.

Parliamo di "Look", il tuo nuovo album strumentale, il primo album da solista. Dove hai preso l`ispirazione per comporre le tue canzoni?
Sono molto contento della risposta che ha avuto, considerato che sì, è il mio primo album solista. Dato che è strumentale le idee si basano su linee melodiche interconnesse, ed è molto complicato perchè devi fare in modo che la chitarra `canti` i versi in un modo, poi separarla da se stessa per creare un tono, un feeling diverso nelle altre sezioni.
L`ispirazione viene da dentro, credo sia una combinazione di tutte le esperienze della vita.

Trovo il tuo sound abbastanza `tradizionale`, ma fresco ed energico. Cosa ne pensi di stili più moderni (come quello dei virtuosi nel power sinfonico, per esempio) e dell`uso di effetti e sintetizzatori? Secondo te quale sarà il futuro o l`evoluzione degli album strumentali di chitarra solista?
Ogni stile ha un suo posto e un suo scopo, e finchè è lì per il bene della canzone, è ok. Ci sono alcuni musicisti pieni di talento là fuori, non così tanti sono famosi come succedeva tempo fa, ma questo è in parte dovuto ad internet, che pare sia diventato il terreno preferito dal virtuoso underground.
Gli album solisti di chitarra funzionano solo se si basano su una solida struttura delle canzoni, e finchè gli ascoltatori chiedono musicisti tecnicamente bravi, il numero di questo tipo di cd aumenterà.
Vedo che comunque molti stanno andando bene.

Recentemente hai partecipato a tre tributi: quello a Jason Becker, quello agli Uriah Heep e quello ai Savatage. In quale ti sei sentito più coinvolto, e perchè?
Per quanto riguarda il tributo a Becker ,"Warmth in the Wilderness", il mio management (bigwavebuz.com) era in contatto con la Lion Records (www.lionmusic.com) in Finlandia poche settimane prima che l`album uscisse, e loro erano molto interessati alla mia partecipazione. Alcuni altri artisti che vi hanno suonato sono Joe Lynn Turner, Steve Morse, Vinnie Moore, Paul Gilbert e molti altri.
Tutto il ricavato dalla vendita di questo album va alla famiglia Becker per aiutare Jason e la lotta contro la sclerosi laterale amiotrofica (SLA), e sono davvero felice di aver potuto contribuire.
I tributi della Century Media sono stati fatti da Joe Comeau (cantante degli Annihilator) e da me, e sono venuti molto heavy, è stato fantastico lavorare di nuovo con Joe in studio.
Credo che il tributo a Becker sia quello che ho `sentito` maggiormente e che ha davvero fatto la differenza.

Qual è stato il gruppo o l`artista con cui ti è piaciuto maggiormente suonare?
Ce ne sono molti, con cui mi sono divertito. Mi vengono in mente i Candlemass, gran gruppo, abbiamo fatto insieme il loro primo tour americano sulla East Coast. Anche gli Anvil erano stati grandi, così come gli Anthrax e i Flotsam.
Durante alcuni seminari che ho fatto per la ESP Guitar al Namm Show in California, ho potuto suonare con George Lynch, è stato emozionante!

E c`è un artista o un gruppo con cui hai sempre sognato di suonare?
Quand`ero adolescente volevo essere nei Judas Priest. Davvero!

Che tipo di musica ascolti, attualmente? Ci sono artisti o gruppi recenti che ti piacciono particolarmente?
Ascolto di tutto e mi impegno ad ascoltare cd nuovi costantemente. Non ho proprio dei gruppi preferiti, perchè non ascolto mai un cd più di una volta, poi passo ad un altro.

Chi è il tuo modello, il chitarrista che stimi di più? È il tuo maestro Steve Vai o qualcun altro?
Oddio, ce ne sono così tanti... ne prenderò alcuni dalla cima della lista che ho in testa: Jeff Beck, Alan Holdsworth, Michael Schenker, Uli Roth, Hendrix, Albert King, Tommy Bolin... ooh, basta! Andrei avanti per giorni. Tendo ad ascoltare lavori di chitarristi influenti e cercare di incorporare gli aspetti positivi del loro modo di suonare e il loro feeling nel mio. Questo mantiene il mio stile meno unidimensionale e mi permette di essere in grado di suonare con una gamma più ampia di musicisti.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro, sia come solista che con i Liege Lord?Innanzitutto ci sarà la promozione dei tributi che hai citato prima, inoltre inizierò a lavorare su materiale nuovo e poi ci sono tutti quei seminari di chitarra e i concerti da tournista e le pubblicità, sono sempre impegnato.Dove suonerai dal vivo? E da solo, con i Liege Lord o con altri artisti?I Liege Lord stanno continuando a ricevere offerte per suonare a tutti i principali festival metal, e se i nostri programmi lo permetteranno lavoreremo per rendere questi concerti realizzabili. Io sono sempre in giro a suonare da qualche parte negli U.S. e in molte occasioni anche in Europa.
A presto!


video


Le ultime parole famose:
"Gli americani hanno bisogno del telefono; noi no. Abbiamo fattorini in abbondanza." (1876, Sir William Preece, ingegnere capo delle Poste Britanniche)

Nessun commento: