giovedì 17 gennaio 2008

Funtwo e JerryC


Questo post e' dedicato a Luca, amico di mio figlio, da un pò di tempo toccato dal sacro fuoco della passione ... per la chitarra.

Circa un anno fa, leggendo un giornale online, ho trovato una notizia che mi ha incuriosito.
Era legata al "mio strumento "da sempre, la chitarra, e soprattutto parlava di un evento senza precedenti: un giovane chitarrista orientale, col viso coperto, si esibiva su youtube rivisitando un pezzo classico.
Ma la cosa sorprendente era il numero impressionante di contatti, ovvero il numero di persone che, attraverso il passaparola, era entrato nel sito per godere della performance.
L'articolo si presentava così:

YouTube lancia il chitarrista del Web : un musicista anonimo esegue un pezzo che cattura l'attenzione di milioni di persone. E in migliaia tentano di imitarlo .

Questo il contentuto

Dietro alla misteriosa identità di "Funtwo" si cela un ragazzo asiatico che nel giro di otto mesi è diventato il chitarrista più famoso del Web.
Compare in un video sul sito www.youtube.com, sconfinato portale di filmati, e la sua performance "casalinga" con chitarra elettrica è stata vista più di sette milioni di volte e commentata quasi altrettante volte.
Il suo filmato è tra i dieci più cliccati di sempre.
Ma soprattutto sono proliferati gli imitatori, centinaia di chitarristi che si sono cimentati nell'esecuzione di "Canon Rock", il pezzo suonato da Funtwo e arrangiato da un altrettanto misterioso JerryC, come si apprende dai titoli di testa. Ognuno ha il suo filmato, in cui tenta di ripercorre i virtuosismi dell'originale che ha dato vita a un fenomeno di emulazione musicale non comune, tanto da finire sulle pagine del New York Times e dell'Herald Tribune.

IL BRANO 
Il pezzo suonato è una rivistazione in chiave rock di "Canon" una composizione barocca del 1700 per tre violini di Joahann Pachelbel.
Con 28 variazioni il pezzo è un crescendo travolgente che impegna l'esecutore in una serie di virtuosismi che dimostrano una grande padronanza dello strumento.

IL VIDEO
Nel filmato Funtwo, che secondo le ricerche del Nyt potrebbe rispondere all'identità di Jeong-Hyun Lim, un 23enne coreano amante di Bach e Vivaldi, non si vede mai in faccia. Il volto è coperto dalla visiera di un cappello di baseball, rivolta verso il basso mentre il chitarrista fa viaggiare le sue dita a tutta velocità senza scomporsi di un centimetro.
Nessuna concessione allo spettacolo: solo un'esecuzione perfetta.

LA FAMA 
Un po' per questo, e un po' perché sul web tutto può accadere, Funtwo è diventato una star.
Il suo brano eseguito alla chitarra è più visitato di quelli di Hendrix e Clapton. E tutti quelli che hanno un po' di confidenza con lo strumento tentano di imitarlo.

GLI SCETTICI
Nella crudissima scenografia del video, camera con letto e tavolino a fianco, alcuni scettici hanno individuato un trucco. Siccome sul tavolo si vede di striscio il profilo di un computer c'è chi sostiene che il chitarrista suonava così bene soltanto perché la musica era riprodotta dal computer.
Giudicatelo voi.





Ed ora sentiamo la versione del già citato Jerry C, arrangiatore del brano, e a mio giudizio più "maturo" di Funtwo... e che questi fenomeni siano fonte di ispirazione per Luca.


video



1 commento:

lifeisalongsong ha detto...

ecco l'effetto domino...i tuoi giovani talenti mi portano a ricordare un grande chitarrista,,,da alcuni addetti ai lavori il più grande chitarrista vivente..dalla stragrande maggioranza un esimio sconosciuto.
Yngwie Malmsteen lo conossco perchè svedese ,perchè interpreete di una particolare versione di Boureè e perchè ha collaborato con un indimenticabile Barriemore Barlow..Grande Carlo Grazie