martedì 10 giugno 2008

The Verve


Oggi mi soffermo sui Verve .
Spesso parlo di gruppi ed artisti che conosco pochissimo , ma lo scopo è proprio quello di colmare le mie lacune , ricercando notizie e filmati che poi propongo sul blog .
Insomma, “mi obbligo” ad ampliare le conoscenze musicali, che vorrei fossero composte non solo da musica ascoltabile, ma anche da notizie, biografie,interviste ed ogni cosa riguardi il personaggio.
Conosco questa band per l’album “Urban Hymns", con la canzone “Lucky Man” su tutte le altre.
Il brano forse più conosciuto è “Bitter Sweet Symphony”, ma il violino del ritornello mi mette una tristezza infinita.

Vediamo qualche nota fornita da Radiosonic.it

Band di Oxford formata da Richard Ashcroft (voce), Nick McCabe (chitarra), Simon Jones (basso) e Peter Salisbury (batteria).
I quattro suonano per la prima volta insieme il 15 agosto del 1990, durante la festa di compleanno di un loro amico.
Dopo nemmeno un anno vengono messi sotto contratto dalla Hut, sussidaria della Virgin.

Iniziano a farsi conoscere facendo da gruppo di supporto in alcuni concerti a Londra.
Alla fine del 1993 i Verve suonano per la prima volta con gli Oasis, ed è subito amicizia.
Nel 1993 pubblicano "A Storm In Heaven".
Nell'album sono evidenti influenze psichedeliche e chiari riferimenti ai Doors, Stooges, Can, Funkadelic, Pink Floyd.
Il gruppo diventa famoso non solo per la musica: Salisbury viene arrestato dopo aver sfasciato una camera d'albergo, Richard Ashcroft collassa durante un concerto dopo una notte passata ad alcol e droghe, i quattro insieme agli Oasis distruggono un bar a Hulstfred.
Proprio grazie all'amicizia con gli Oasis, ai quali faranno da supporto, i Verve riescono ad ottenere un seguito sempre maggiore di pubblico.Nel 1995 pubblicano "A Northern Soul", ed è un grande successo.
Il "NME" definisce la loro musica "un rock pulito, osceno e meraviglioso".
Nel momento migliore per il gruppo, i Verve, a seguito di dissapori tra Richard Ashcroft e Nick McCabe si sciolgono.
Si iniziò a parlare di una carriera da solista per Ashcroft, ma anche della possibilità di continuare con un nuovo nome e un nuovo chitarrista (Simon Tong) che sostituisse McCabe.
Alla fine, dopo momenti molto difficili, Richard Ashcroft decide di richiamare McCabe e di registrare un nuovo disco.
I Verve adesso si ritrovarono con due chitarristi ma anche con molti demo per il nuovo album.Il terzo lavoro dei Verve esce nel 1997 ed è un capolavoro."Urban Hymns", trainato da singoli meravigliosi come "Bitter Sweet Symphony", "Sonnet", "The Drugs Don't Work" e "Lucky Man" raggiunge un grandissimo successo commerciale ma riceve anche ampi consensi dalla critica.I Verve ai Brit Awards del 1998 vincono i premi come "Best Album", "Best Group" e Best Producer (Chris Potter and Youth).
Subito dopo la pubblicazione dell'album riparte anche il tour, ma nel bel mezzo di esso, all'indomani della tappa italiana, McCabe lascia di nuovo il gruppo dopo dei nuovi dissapori con Richard Ashcroft e Simon Jones.Il tour non viene fermato e McCabe viene sostituito da BJ Cole.Oramai però il gruppo va verso il declino, e il scarso successo dei concerti americani sono l'anticipazione per il definitivo scioglimento dei Verve, che viene ufficializzato il 28 aprile del 1999.Dopo lo scioglimento Richard Ashcroft intraprende la carriera da solista pubblicando, "Alone With Everybody" e "Human Conditions".
Lo stesso fa McCabe, mentre Tong e Jones formano gli "Shining".

Lucky Man

video



Citazione del giorno:

"Un arcobaleno che dura un quarto d'ora non lo si guarda più" (Johann WolfgangGoethe)

Nessun commento: