giovedì 1 settembre 2011

Canned Heat, nel ricordo di Alan Wilson


Un ricordo dei Canned Heat, a 41 anni dalla morte di Alan Wilson.

Il gruppo si forma nel 1965, composto da Alan Wilson (chitarra, voce), Bob Hite, detto The Bear (voce, armonica) e Henry Vestine (chitarra).
Nel 1967 la band suona al festival di Monterey e incide ‘Canned Heat’.
Nel 1968, con ‘Boogie with the Canned Heat’, accoglie nell’organico il batterista Adolfo De La Parra, detto Fito.
L’America nel frattempo vive uno degli eventi più tragici e negativi della sua storia: la Guerra del Vietnam; così anche i Canned Heat partecipano al Festival di Woodstock,
nel 1969, per aggiungere al coro il loro messaggio di pace.

Nel 1968, con ‘Boogie with the Canned Heat’, arrivano i clamorosi successi di ‘On the Road Again’, che si impone subito nell’olimpo dei grandi classici del rock, e ‘Going Up the Country’.

Nel 1970, senza Vestine, incidono il magnifico ‘Hooker’n’Heat’ con il maestro John Lee Hooker. Ma lo stesso anno Wilson muore per un’overdose, e da quel momento il gruppo non sarà più lo stesso.

In seguito, Hite, De La Parra e il rientrato Vestine guidano la band per altri album di scarsa fortuna.
Nel 1981 Hite, noto anche per la sua straordinaria collezione di dischi blues, muore per un attacco di cuore.


I Canned Heat hanno introdotto nel panorama musicale un nuovo modo di suonare il Blues, il pianoforte non è più lo strumento principale, il genere si avvicina al rock ‘n’ roll e il ritmo diventa talvolta frenetico; sono le premesse per la nascita del boogie woogie che travolse gli Stati Uniti e che si diffuse particolarmente tra le truppe impegnate in guerra.

Ascoltiamo e guardiamo "On The Road Again", un brano ritornato alla moda , qualche anno dopo, grazie alla versione dei Rockets


video



Nessun commento: