mercoledì 22 maggio 2013

Curved Air-“Live Atmosphere” (CD/DVD)


Articolo apparso su MAT2020 di gennaio.

MAT2020 incontra Sonja Kristina, in occasione dell’uscita del CD/DVD “Live Atmosphere”. I Curved Air sono più vivi che mai…

La leggendaria band Inglese “Curved Air” pubblica il CD/DVD “Live Atmosphere”.

Tornati insieme nel 2008 - dopo un periodo sabbatico di 18 anni - con diversi concerti e la presenza in numerosi festival (Gran Bretagna, Giappone, Italia, Malta, Germania, Portogallo, Olanda e Belgio), i Curved Air continuano a entusiasmare una massa sempre crescente di fan vecchi e nuovi. I loro mix sperimentali di temi classici, suoni elettronici, energia pop/rock e belle canzoni senza tempo, vengono eseguiti con calore e passione oltre che con una musicalità straordinaria.

Il 12 novembre 2012, con grande entusiasmo da parte dei loro fan in tutto il mondo, i Curved Air hanno presentato ufficialmente il nuovo CD / DVD dal titolo “Live Atmosphere”, canzoni di rivoluzione, pazzia, sconfitta, desiderio e fantasmi: una compilation unica di canzoni dei Curved Air interpretate  in modo vitale e “contemporaneo”.

Live Atmosphere” include nuove e rivisitate  versioni di molti brani classici del loro repertorio dei primi anni '70, tra cui le hit "It Happened Today" e "Backstreet Luv", così come alcuni brani preferiti dai fan come "Propositions", "Phantasmagoria" e "Stretch". Prodotto da Marvin Ayres, l’album mette in mostra sia i nuovi membri della band che gli “originali”, e viene fornito con un DVD bonus caratterizzato da un collage visivo d’atmosfera.

La band, che vede ancora Sonja Kristina come frontwoman, ha selezionato i brani dopo aver effettuato una registrazione multitraccia dell'intera prima tappa del “Live AtmosphereWorld Tour”




Lo scambio di batture con Sonja…

A.E. Quali sono le maggiori differenze tra la musica dei Curved Air realizzata 40 anni fa e quella attuale?

S.K. Florian Pilkington Miksa, il primo batterista dei Curved Air, suona meglio che mai. I nuovi musicisti, il chitarrista Kit Morgan, il bassista Chris Harris, il tastierista Robert Norton e il violinista Paul Sax, hanno molte influenze in più rispetto a quelle degli autori originali, e molti anni di esperienza supplementare come musicisti e performers. Robert e Paul, da giovani, sono stati entrambi ispirati in buona parte dai primi album dei Curved Air. Tutti sono in grado di apprezzare lo spirito e la libertà dentro la nostra musica e farla vivere attraverso lo sviluppo dei modelli originali. Attualmente stiamo creando nuove canzoni che daranno la misura delle possibilità e dell’elasticità di questi artisti, che si esprimeranno tra l’area progressiva e quella contemporanea.
A.E. Cosa significa per te stare su di un palco ed interagire con il pubblico?

S.K. Mi piace far sognare, vedere immagini, ascoltare le storie e sentire l'eccitazione. La gioia del pubblico e l’ apprezzamento per la nostra musica sono una cura per l’anima.
A.E. Che cosa hai fatto nei 18 anni in cui i Curved Air si sono… riposati?

S.K. Ho gioito nel condividere il successo internazionale di Stewart con i Police (Stewart Copeland, ex marito di Sonja) e nel fare la madre dei nostri figli. Mi sono stati offerti ruoli  teatrali in commedie e musical, e mi sono cimentata con la scrittura e la registrazione -  sviluppo di nuovo materiale con formazioni diverse: in primo luogo “Escape”, nel 1977, che mi ha condotto alla pubblicazione del mio primo album da solista, “Sonja Kristina”, nel 1980; poi “Tunis”, nel 1983, mi ha portato a girare il  Regno Unito con materiale vecchio e nuovo.
Darryl Way ed io (Curved Air 84), abbiamo pubblicato un singolo, “Renegade”, e William Orbit ha mixato e prodotto una versione di “Walk on By” che ho pubblicato nell’ '83. Durante i miei anni felici con la Acid Folk, tra l’89 e il 96, ho pubblicato  due album, "Songs from the Folk Acid e “Harmonics of Love". Dalla fine degli anni '90 ho studiato canto e “pulizia del suono”, insegnando poi a vocalist impegnati in fase “studio”, e ho lavorato per sei anni in una università, preparando alla performance gli studenti aspiranti artisti. Ho anche ottenuto un Master in “Performing Arts”.
Poi ho raccolto e registrato un po’ di canzoni jazz e alcune usate nei musical, approcciandole con il mio personale stile. Ho chiesto al compositore / produttore Marvin Ayres,  se volesse  aggiungere un po’ di “atmosfera”, con il suo stile che lo caratterizza, e abbiamo così collaborato a questo progetto, e poi lui ha prodotto materiale che abbiamo creato insieme come “MASK”, tra il 2000 e il 2008.  Abbiamo anche registrato due album, "Heavy Petal, the Tenebrous Odyssey and Jack and Virgina(2005), e “ Technopia” (2010).
I Curved Air continuano a beneficiare del talento di Marvin. Lui ha suonato e prodotto le belle e nuove rivisitazioni delle mie canzoni "Elfin Boy ” e “Melinda More or Less, che sono state incluse nella versione del 2008  di Curved Air “Reborn”, (prodotto da Darryl Way). Ha poi prodotto Live Atmosphere”, l’uscita del 2012 dei Curved Air, registrato durante il “Live Atmosphere Tour 2011 – 12”. La sua produzione cattura la brillantezza della nostra band in concerto e sono molto orgogliosa di questo album. Ha anche rimasterizzato la vecchia registrazione della BBC, “Airwaves”, pubblicata dalla Cleopatra Records negli Stati Uniti, nel 2012.

A.E. So di una tua partecipazione ad un album di Sophya Bacini, prodotto dalla BWR. Puoi dirmi qualcosa in proposito?

S.K. Sophia mi aveva scritto per proporre una sorta di collaborazione, dicendomi anche che le sarebbe piaciuto scrivere una canzone per me. Dopo circa diciotto mesi mi ha inviato il brano, un dialogo tra Eva e il Serpente che è risultato molto suggestivo. Ho registrato la voce nello studio di Marvin Ayres, a Londra,  e l’ho inviato a Sophya. Sophya è rimasta molto soddisfatta del mio lavoro, e questo mi ha resa felice.

A.E. Ultimamente ti sei esibita assieme a Jerry Cutillo. Che tipo di rapporto ti lega agli artisti italiani?

S.K. Nel 2002 sono stato invitata a registrare in Italia da Arturo Stalteri e Fabio Liberatori. Ho scritto i testi per due canzoni del loro album, “The Assimov Assemby”, ed è stato un privilegio “entrare” nella loro musica.
I Curved Air hanno instaurato un buon rapporto con l’Italia, sin dagli anni ’70.
La nostra ultima performance risale a “Stazione Birra”, a Roma nel 2008, e spero di partecipare a qualche a festival italiano nel corso del 2013.
Jerry ed io abbiamo avuto modo di conoscerci su facebook. Mi aveva chiesto un anno fa di registrare la sua canzone “Baba Gaia”… non è stato possibile, ma ho accettato il suo invito a partecipare al concerto all’ X Roads,  a Roma,  con gli OAK, il giorno di Halloween, nel 2012. E 'stato un incontro molto positivo. Jerry ha una grande energia che incontra perfettamente il rock progressivo. Speriamo di suonare ancora insieme in futuro. Nell’occasione ho avuto anche il grande piacere di incontrare la bella Sophya Baccini, che ci ha raggiunto sul palco per il bis.

A.E. Che cosa hai pianificato per il tuo futuro e per quello dei Curved AIR?

S.K. Un tour mondiale con i Curved Air, e la registrazione di un sacco di materiale nuovo.


Note sui Curved Air.

Considerati (secondo AllMusic) "uno dei maggiori risultati conseguiti fra tutte le band concentrate nell'esplosione prog-Britannica della fine anni '60", I Curved Air sono un gruppo progressive rock pionieristico, costituito da musicisti provenienti da esperienze artistiche miste.
Sono famosi per le loro indimenticabili performance dal vivo e per la loro musica “Art Rock”,  e anche per le impronte quasi classiche di Terry Riley agganciate al violino bellissimo e demoniaco, combinate con avventurosi sintetizzatori elettronici e intessute con brillanti trame di chitarra, ricamate in modo magico e ipnotizzante dalla presenza subliminale ed esotica di una cantante solista unica, Sonja Kristina.
Insieme con gli High Tide e gli East of Eden, i Curved Air sono stati uno dei gruppi rock dopo gli It's A Beautiful Day e gli United States of America, ad usare un violino elettrico esplorato in modo “alternativo” dall'eccellente Darryl Way e ora dal dinamico Paul Sax. L'originario tastierista/chitarrista Francis Monkman è stato il precursore del futuro genere  “elettronico” e dell'improvvisazione d'ambiente. Robert Norton ha ereditato questo modello sonoro e lui stesso intesse paesaggi sonori eterei ed ne espande i confini verso altri orizzonti, mentre Florian Pilkington Miksa, già allora come oggi alla batteria - con la maestria di Chris Harris al basso - fornisce l'impulso ritmico espressivo che è la firma dei Curved Air.
I Curved Air hanno pubblicato otto album in studio e, pur appartenendo agli innovatori del “progressive”, sono stati salutati come pop star quando il loro singolo, la sensuale "Back Street Luv", è entrato nella Top 5  nel 1971.
La line-up di “Live Atmosphere”, composta da Sonja Kristina, Florian Pilkington-Miksa, Kit Morgan, Chris Harris Robert Norton e Paul Sax , è insieme in tour dal 2009.

Sonja Kristina

Prima dei Curved Air, durante la sua adolescenza, l'attrice e cantante Sonja Kristina si esibiva nei folk club britannici.
Nel 1968 ha interpretato il ruolo di "Chrissy" in “Hair”,  il radicale Tribal-Rock Musical, quando è stato messo in scena al Teatro Shaftesbury di Londra. Come cantante solista e paroliera dei Curved Air, ha superato la media delle top vocalist femminili britanniche, diventando la prima cantante britannica leader di una rock band conquistando il cuore di una generazione di giovani uomini, ragazzi e di intenditori di musica.