martedì 24 gennaio 2012

PROGLIGURIA-Commento


Una maratona musicale targata “prog” è l’aiuto concreto che si è cercato di fornire agli alluvionati colpiti dal tragico evento  del 25 ottobre scorso nel levante ligure, in particolare nella zona di La Spezia. L’aiuto concreto a cui faccio riferimento è naturalmente qualcosa di materiale, ovvero una raccolta di fondi che potesse rappresentare un piccolo sollievo per  chi ha perso una parte di sé.
 ProgLiguria è stato tutto questo.
Come spesso accade in queste situazioni, si pensa subito alla musica come fattore aggregante, perché se è da tempo finita l’illusione che con essa si possa cambiare il mondo, è altresì certo che, chi in qualche modo fa parte di questo mondo, ha la sensazione di poter incidere, magari appena scalfire, ma comunque farsi sentire, per dire … “… io all’occorrenza ci sono…”
Sabato 21 gennaio  il Centro Fieristico di Spezia Expo è stato il contenitore della kermesse musicale.
Il fatto che la musica presentata sia stata di natura progressiva ha un motivo ben preciso: chi si è sentito in dovere di agire e organizzare  suona o ama quel genere, un po’ di nicchia, che sta tornando prepotentemente a galla, essendo caratterizzato dall’estrema qualità; ma questo significa anche  mobilitare un numero di persone limitato rispetto alle potenzialità, perché l’immane impegno di chi ha lavorato per mesi non ha certo avuto il giusto riconoscimento economico.
Ma era prevedibile, e quindi occorre pensare ad una festa simbolica, risultante della volontà di dire la propria in maniera pacifica e costruttiva, attraverso l’unione delle anime e la voglia di donare un po’ di sé.
Triste pensare che un qualsiasi “amico” della De Filippi, avrebbe potuto portare molta più … concretezza,  ma … che ci possiamo fare se amiamo la qualità?
Molte le persone che hanno contribuito e che ricordo utilizzando parte del comunicato stampa…

con il Patrocinio di: Provincia della Spezia – Azienda Fiere La Spezia – Centro Fieristico della Spezia – Camera di Commercio della Spezia
In Collaborazione conMusicArTeam - Rock Land - A.C.I.M. – Società di promozione turistico culturale “Il Cigno” di Pignone (SP) – Terra e Riviera dei Poeti S.T. Golfo dei Poeti Val di Magra e Val di Vara
Organizzazione:  Angelo De Negri, Distilleria Music Factory, Black Widow,  Ma.Ra.Cash.

Location enorme, con un avamposto fatto di stand a carattere musicale e rappresentanza locale-con prodotti agricoli in evidenza-costituita da persone davvero colpite dal dramma dell’alluvione.
Dodici ore di musica ininterrotta sono un’enormità.
Dodici ore di musica ininterrotta sembrano impossibili da gestire, tra cambi palco e sicuri contrattempi.
Eppure tutto ha funzionato, ed è stata fornita una buona immagine di efficienza, se messa in relazione alle difficoltà oggettive.
Nella mia funzione di… Pippo Baudo dei poveri, non ho goduto molto della musica, preoccupato di trovare musicisti e scrittori da intervistare tra un set e l’altro, ma se fossi stato uno spettatore difficilmente avrei resistito tutte quelle ore in piedi  e la mancanza di sedie si è fatta sentire, ma in un’occasione del genere occorreva pensare al risultato finale, alla raccolta di fondi, e 500 sedie costano, se nessuno le regala o le presta.
I musicisti hanno fatto la loro parte, rinunciando ad ogni tipo di compenso, e quando a metà giornata Dario Vergassola è salito sul palco assieme alle autorità locali, ha rimarcato il fatto, “suggerendo” a Sindaco e politici di pensare ad organizzazioni future, senza l’occasione dell’emergenza, pagando musicisti regolarmente… sono o non sono lavoratori come gli altri?
Quattordici le band impegnate, elencate a fine post.
Trenta i minuti a disposizione nella prima parte di giornata, diventati quarantacinque mano a mano che passavano le ore.
Molti gli ospiti presenti: Max Manfredi con il Tempio delle Clessidre, Sophya Baccini con Delirium e Osanna e Franco Taulino/Marcello Chiaraluce ancora con i Delirium.
Ci sono stati momenti di grande musica, e attimi di positivo stupore, provocati da chi verificava la grandezza di band di cui aveva solo sentito parlare.
Qualche esempio.
Un amico che viaggia in lungo e largo per la penisola a caccia di prog, ha scoperto di… non aver viaggiato abbastanza, perché conosceva solo di nome “La Locanda delle Fate”, ed ha capito di essersi  perso qualcosa.
Stessi commenti per Maxophone, UT, Arti e Mestieri, CCLR o i Daemonia, nella nuova veste che prevede una bravissima vocalist, Silvia Specchio.
In questi casi occorre essere tanto bravi da eliminare il rumore di fondo e conservare i valori reali.
Non è facile per nessuno “scaldare” il pubblico suonando nelle prime ore della giornata, magari con poca audience. Non è altresì facile per nessuno suonare mentre parte dell’attenzione di chi è di fronte a te è precaria, perché il movimento è continuo, ma alla fine quello che conta è esserci, partecipare a qualcosa che resterà comunque nella storia, e ogni volta che si ricorderà il ProLiguria si abbineranno i quattordici gruppi che si sono esibiti ad una risposta importante verso un problema drammatico, che ancora una volta la musica ha saputo dare in modo concreto.
Molti i fotografi e molte le videocamere in gioco, e la speranza è quella di realizzare un book fotografico e un DVD che ricordino a tutti che cosa è stato il ProgLigura 2012.
Non sono in grado di fare analisi band dopo band perché sono rimasto concentrato su altri aspetti, ma voglio ricordare la scenetta finale, quella che ha dato il senso del gioco di squadra anche sul palco, tra artista e artista.
Sarà stata forse mezzanotte e mezza quando erano di scena gli Osanna, ultimo gruppo della giornata. Ed era un momento topico, quello in cui entra in scena Gianni Leone con il suo solo, reminiscenza del Balletto di Bronzo. Il video reporter on stage, da me preavvisato, aveva già puntato la camera sull’hammond ma Gianni era fermo sul primo accordo… tecnici del service faccia a faccia con un problema nuovo e… Caludio Simonetti che sale sul palco e trova la soluzione. E Gianni avrà il suo momento di meritata gloria.
Mi permetto un paio di saluti personali. Il primo a l’assente giustificato Irvin Vairetti, che proprio ieri è diventato padre, rendendo Lino nonno, proprio in un’occasione speciale come questa. Il secondo saluto va al bravo batterista Gennaro Barba, che nonostante gravi problemi familiari ha voluto esserci a tutti i costi.
A onor di cronaca sono saliti sul palco, per chiacchierare intelligentemente, alcuni importanti artisti e scrittori, come Pino Sinnone, drummer seminale dei TripMaurizio Galia e Franco Vassia, scrittori di area progressiva, Il Cerchio d’Oro, The Former Life, i Flower Flesh, gli Alphataurus, il Biglietto per l’Inferno.Folk e la già citata Sophya Baccini.
E’ opinione diffusa che certi eventi si possa continuare a crearli senza aver vissuto qualche dramma, perché i momenti di aggregazione musicale, come è sempre stato, sono davvero insostituibili. E noi tutti ci proveremo!

Angelo De Negri and Friends


PRO.G LIGURIA – SPEZIA EXPO’ – 21.01.12

PROGRAMMA DEFINITIVo
12.00-12.30
EGOBAND
12.45-13.15
ALTARE TOTHEMICO
13.30-14.00
MAXOPHONE
14.15-14.45
LA TORRE DELL’ALCHIMISTA
15.00-15.30
LA MASCHERA DI CERA
15.45-16.15
IL TEMPIO DELLE CLESSIDRE
16.30-17.00
GLEEMEN
17.15-18.00
UT
18.15-19.00
LOCANDA DELLE FATE
19.15-20.00
CCLR
20.15-21.00
DELIRIUM
21.15-22.00
DAEMONIA
22.15-23.00
ARTI & MESTIERI
23.15-24.00
OSANNA


Comunicato Stampa ufficiale
PRO.G LIGURIA
Lo scorso 25 ottobre la Liguria ha subito una profonda ferita.
La furia dell'acqua che si è accanita sul Levante Ligure e l'alta Toscana ha portato devastazione e morte. L’immagine che più rimane negli occhi è la modifica del paesaggio, quella del “nulla è e sarà più come prima”, ci si chiede come si possa dare un aiuto concreto, facendo ciò che meglio si sa fare. Da questo nasce l’idea di organizzare un concerto benefico a La Spezia, capoluogo dei territori maggiormente colpiti, che coinvolga il maggior numero di gruppi di Rock Progressivo  Italiani in una data, il 21 gennaio 2012 non casuale, ma fortemente voluta per tenere accesa l’attenzione su un tipo di emergenza che non si risolve allo spegnersi dei riflettori della prim’ora.
La filosofia di questa giornata vuole essere quella di raggiungere l’obiettivo primario della massima raccolta di fondi attraverso un concerto-evento, coinvolgendo operatori ed attività del territorio (gastronomia ed ospitalità) ed invitando a partecipare sia il pubblico degli appassionati del genere da tutte le regioni italiane, sia la popolazione ligure in un grande atto di solidarietà.
Da mezzogiorno a mezzanotte si avvicenderanno sul palco artisti della storica scena prog nazionale e nuovi gruppi che hanno saputo rinnovare il genere.
Musicisti come: ALTARE TOTHEMICO, ARTI E MESTIERI(con Gigi Venegoni), CCLR-Cavalli Cocchi,Lanzetti,Roversi (con Aldo Tagliapietra), DAEMONIA featuring Claudio Simonetti, DELIRIUM (con Sophya Baccini e Franco Taulino), EGOBAND,IL TEMPIO DELLE CLESSIDRE, LA MASCHERA DI CERA, LA TORRE DELL’ALCHIMISTA, LOCANDA DELLE FATE, MAXOPHONE, MOONGARDEN, OSANNA (con Gianni Leone), THE TRIP,UT  si alterneranno sul palco per una vera e propria Woodstock benefica.
              PROG LIGURIA
Spezia Expo – Centro Fieristico
Via del Canaletto - 19124 La Spezia (SP)
21 gennaio 2012
            dalle ore 12,00 alle 24,00