martedì 31 dicembre 2013

UNREAL CITY E IL RUMORE BIANCO AL CLUB IL GIARDINO.


Venerdì 10 gennaio 2014, ore 21…

Serata a tutto prog al Club Il Giardino dove si esibiranno due interessanti band emergenti del prog italiano i parmensi Unreal City e i veronesi Il Rumore Bianco. Entrambi presenteranno il loro ultimo lavoro.


UNREAL CITY

Gli Unreal City sono un gruppo di giovani musicisti e compositori accomunati dalla passione per il progressive rock, immaginifico genere musicale che, negli anni 70, aprì la definitiva breccia nel muro che da sempre separava la musica colta dalla musica popolare. La preparazione tecnica del gruppo, mai fine a sè stessa, è innanzitutto finalizzata a amplificare la dinamica emotiva e artistica delle molte tessiture musicali che fondano la struttura delle loro composizioni: Temi cupi, lugubri e gotici si alternano a esplosioni di frizzante vivacità ed eteree melodie sognanti. Le tematiche dei testi, ermetici e allegorici, sono ricche di citazioni filosofiche e letterarie al fine di proseguire in quel sentiero di nobilitazione del rock tanto ricercato dai grandi esponenti del progressive negli anni 70.
Il gruppo nasce a Parma nel 2008 dalle ceneri dei The Syllogism, gruppo attivo dal 2007 nell'ambiente rock milanese. I due fondatori, Emanuele Tarasconi (tastiere, theremin e voce) e Francesca Zanetta (chitarra), si ritrovano nella sala prove del tastierista per ricostruire da zero un progetto complesso e impegnativo: riportare determinate sonorità, tipiche dell'art rock progressivo, sinfonico e psichedelico anni 70, all'interno di una scena musicale moderna, senza contraffare ma anzi esaltando gli aspetti più vintage e caratteristici di quel modo di suonare. Il gruppo, il cui nome deriva dalla comune passione dei due fondatori per l'opera "The Waste Land" di T.S.Eliot, nasce come un anomalo Power Trio con il batterista Carlo Rainone. In questa formazione la band comincia ad attuare la propria attività live e a costruire il primo repertorio, del quale rimangono molte tracce tutt'oggi.
Nel 2011 entrano a far parte del gruppo il bassista Francesco Orefice e il batterista Antonio Schingo. Le nuove entrate provocano una vera svolta all'interno del gruppo, che rinnova il repertorio e riarrangia i vecchi brani. Con la nuova formazione il complesso raggiunge un assetto stabile e forte. A controprova di ciò l'attività live si intensifica e, da originale cover band, il gruppo comincia a scrivere i primi brani originali. Ad oggi gli Unreal City propongono un repertorio vario ed eterogeneo di brani originali e cover, canzoni che sublimano la ruvidezza del rock con la maestosità di arrangiamenti complessi e articolati in una commistione continua di generi: dalla musica classica al rock, spaziando fra improvvisazioni jazz e richiami blues. Fra le ultime opere del gruppo, la crepuscolare ballata prog Dell'Innocenza Perduta, la minisuite Catabasi (Descensio Ad Inferos) e la lunga e articolata minisuite Dove La Luce E' Più Intensa, contenute nel primo EP del complesso.
Nell'estate 2012 in seguito ad un necessario cambio di line up, entra a far parte del gruppo come batterista Federico Bedostri. Forti della ventata di freschezza e originalità artistica portata dal nuovo musicista, il gruppo comincia a lavorare ad e Ecate (Walpurgisnacht), sulla caccia alle streghe nell'Inghilterra del XV secolo, ad Atlantis e a Horror Vacui, incentrata sulla psicologia degli assassini seriali.
Nell'Aprile 2013 il gruppo pubblica il disco "La Crudeltà Di Aprile" per Mirror/BTF con la direzione artistica di Fabio Zuffanti. Nel disco i tesi dei brani sono stati completamente riscritti in lingua italiana.

Nell'Agosto 2013 entra a far parte del gruppo il bassista Dario Pessina.


IL RUMORE BIANCO

Il Rumore Bianco è un progetto che nasce nell'estate del 2012 e si concretizza sul finire dello stesso anno per volontà di Thomas (tastiere e voce), Michele (chitarra, sax) e Alessandro (basso), i quali, già insieme nel precedente progetto, decidono di voltare pagina alla ricerca di sonorità più complesse ed elaborate. Per fare questo reclutano Federico (chitarra), Eddy (voce) ed Umberto (batteria). I riferimenti sono precisi e si radicano in quello che fu il panorama del rock progressivo degli anni 70, ma grazie alla duttilità della band si comincia a dare più spazio a jazz, elettronica, ambient e sperimentazione sonora.

lunedì 30 dicembre 2013

Roberto Tiranti-40/25-Genova, 11 gennaio


40/25, questo è il titolo dello spettacolo che vedrà come protagonista Roberto Tiranti, il prossimo 11 gennaio 2014 al teatro Politeama Genovese. Numeri che non nascondono nulla di complicato, nessuna strana equazione o coordinata… di cosa si tratta?

40: sono gli anni che Roberto ha compiuto il 10 Dicembre
25: gli anni di attività che ha compiuto il "cantante" lo scorso settembre.

Si assisterà ad un semplice viaggio attraverso episodi musicali della vita di Roberto, non un "come eravamo", non un "amarcord" o una sterile auto celebrazione, bensì ciò che Roberto è oggi grazie anche alle esperienze maturate in una vita dedicata alla musica ed al canto. Uno spettacolo vario, multicolore, fatto di differenti dinamiche e contaminazioni musicali che renderanno il tutto a tratti sorprendente, mostrando appunto la curiosità e la versatilità tipica dell'idea di Roberto di intendere e vivere la musica. 
L'esibizione si avvarrà di immagini e filmati che accompagneranno i brani, a volte inediti altre volte covers, per far si che non sia un semplice concerto ma un esperienza più completa per il pubblico.
Interverranno sul palco molti amici che hanno davvero fatto la differenza nella vita artistica ed umana di Roberto: Irene Fornaciari, Stef BurnsMarco Zoccheddu, Rocco Tanica, Bob Callero, Moses, Paolo Siani, Labyrinth, Mangala Vallis, Vanexa.
Vi sarà anche una band formata da musicisti di grande fama e talento, amici
di vecchia data:
Aldo De Scalzi: tastiere, chitarre, strumenti a fiato, programmazione
Andrea Maddalone: chitarre 
Roberto Maragliano: batteria 
Massimo Trigona: basso 

Tutto ciò non poteva non avere a che fare con una causa benefica; da sempre Roberto supporta enti e associazioni che si occupano dei problemi legati all'infanzia. Dal 2009 collabora con l'associazione "Cresci" di Savona ed in questo caso, l'evento darà supporto alla onlus "Associazione Progetto Leonardo" che si occupa di bimbi affetti da gravi patologie tumorali. Lo scorso anno "Associazione Progetto Leonardo" ha donato all'istituto "Giannina Gaslini" due scooter attrezzati per la cura oncologica a domicilio.
Le prime 50 persone che acquisteranno il biglietto avranno in omaggio una copia del mini cd con 4 brani che Roberto realizzerà appositamente per lo spettacolo, tutti gli altri potranno acquistare il cd direttamente al teatro.

PREVENDITA PRESSO: POLITEAMA GENOVESE-GENOVA DISCHI e www.clappit.com


Biografia
Muove i suoi primi passi nel mondo della musica nel 1988, esibendosi con alcuni amici nei locali della riviera ligure. Nello stesso periodo, comincia a studiare tecnica vocale e teoria musicale, successivamente si dedica allo studio del canto lirico sia in conservatorio sia presso il tenore Ottavio Garaventa.
Dal 1993 al 1996 interpreta la parte di Gesù nel musical Jesus Christ Superstar, con una compagnia amatoriale che lo porterà ad esibirsi in diversi teatri liguri.
Nel 1994 incide il suo primo album con i Vanexa, dal titolo Against The Sun.
Nel 1996 entra a far parte dei New Trolls coi quali partecipa a due edizioni del Festival di Sanremo ('96 e '97) oltre a effettuare circa 400 concerti nell'arco di sette anni. Resterà con i New Trolls fino al 2002. Nello stesso anno esce il disco La memoria dei Blindosbarra.
Dal 1997 è il cantante dei Labyrinth, gruppo power/prog metal col quale ha registrato sei album e un mini CD, esibendosi anche all'estero (America latina, Europa, Asia).
Dal 2000 interpreta brani eurobeat composti da Dave Rodgers per il mercato giapponese, utilizzando lo pseudonimo di Powerful T.
Il 2003 lo vede vestire i panni del faraone Ramsete II nel musical I dieci comandamenti. Nello stesso periodo decide di intraprendere la strada solista registrando il suo primo singolo intitolato Sinceramente.
Ha collaborato con Ken Hensley, Ian Paice e Glenn Hughes, Pivio e Aldo De Scalzi per colonne sonore.
Nel 2005 vede la luce l'album Headrush del chitarrista padovano Alex De rosso. Nello stesso anno collabora col chitarrista Pier Gonella cantando il brano Paradise nel suo disco Odyssea - Tears in Floods.
Nel 2006 collabora col gruppo dialettale genovese Buio Pesto nella canzone-parodia de Il Barbiere di Siviglia, dall'album Palanche.
Nel 2007 assieme a Marco Barusso (chitarra) e Guido Carli (batteria) dà vita ai 999tribute to the Police. Nello stesso anno comincia la collaborazione con "Casa Paganini" e collabora con Alex de rosso cantando alcuni brani su King of balance, tributo ai Toto.
Nel 2008 è corista nel programma Non perdiamoci di vista condotto da Paola Cortellesi su Rai 3.
Nel 2009 partecipa al programma TV I raccomandati in coppia coi Ricchi e Poveri.
Nel 2009 assieme a Guido Ripoli, Maria Collien e Paolo Marchini, dà vita al quartetto vocale "BATTI-BECCHI" affrontando un repertorio dai madrigali di epoca rinascimetale, alla musica sacra fino a brani moderni riarrangiati per 4 voci.
Nel 2010 esce il nuovo album dei Labyrinth Return to Heaven Denied, Pt. 2 - A Midnight Autumn Dream e la band aprirà le date italiane di Megadeth, Ozzy Osbourne e Iron Maiden. Il 2010 è caratterizzato da diverse collaborazioni: nel disco Castles, Wings, Stories and dreams di Paolo Siani and friends feat. Nuova Idea interpreta alcuni brani; con Il Rovescio della Medaglia nel disco Microstorie si occupa delle parti vocali. Interpreta il brano Lagrima sul progetto Altremolecole di Davide Antonio Pio.
Nel 2011 fra fine febbraio ed inizio aprile intraprende un tour europeo di 29 date coi Labyrinth. Al rientro dal tour gli viene proposto di partecipare al brano Shine "official Japan relief song" scritto da Mark Boals e Virgil Donati.
Il 2012 si apre con l'uscita dell'album EXCALIBUR III the origin dell'autore Francese Alan Simon, nel quale Tiranti veste i panni dell'eroe celtico Dun Aengus. Seguirà un tour europeo a partire da marzo. Presta inoltre la voce per doppiare (solo le parti cantate) di uno dei protagonisti della fiction Disney I'm in the band. Doppia il personaggio di Gary nel film di animazione Disney Muppet. Nel mese di giugno esce il cd di Ken Hensley intitolato Love & other misteries in cui Roberto canta due brani in duetto con la compagna Irene Fornaciari e un brano da solo in lingua spagnola dal titolo Respiro tu amor. Sempre nel 2012 entra a far parte dei Mangala Vallis, Prog Band di Reggio Emilia, come bassista/cantante, partecipando al disco Microsolco e ai concerti della band.
Il 23 novembre 2012 esce per l'etichetta Frontiers col gruppo A.P.D. formato da Andrea Cantarelli alla chitarra, Roberto Tiranti voci e basso e Alessandro Bissa alla batteria. Sempre nel mese di novembre suona con Stef Burns e Juan van Emmerloot in un mini tour italiano.
Nel gennaio del 2013 entra a far parte dei Live Fire come bassista cantante e ad Ottobre esce l'album "TROUBLE" che vedrà la band impegnata in un tour promozionale in tutta europa appunto nel mese di Ottobre


domenica 29 dicembre 2013

Wicked Starrr-Piece Of Cake... prossima uscita


Dopo la vittoria di inizio 2013 al nostro Talent Scout contest, i Wicked Starrr si sono messi sotto seriamente. I due membri originali (Peppe Caleo alias Wild Joey alla batteria e Andrea Pronti alias Andrew Panther alle chitarre) unici rimasti dopo il contest, reclutavano il giovane bassista romano Luke Rassman (già negli Shut Up) e il cantante pugliese Dave J. Halson (già negli Scream from Hell, band di Troia, prov. di Foggia) ed essendo fin da subito evidente che i due fossero sulla stessa lunghezza d'onda (per la musica e soprattutto l'ironia), cominciavano ad affinare i pezzi già suonati live affiancandoli ad altri nuovi.  La band si esibisce dal vivo nei locali romani e in pochi mesi registra le tracce che verranno missate da Roberto Incelli di Civitavecchia (chitarrista nei Videodrome ed esperto di mixing e mastering). A dicembre 2013 il disco, "Piece of Cake" (dallo slang "Gioco da ragazzi/cosa facile") è pronto. Si compone di 10 pezzi di chiara matrice Hard Rock Statunitense anni '80, paga tributo all'Hair Metal e strizza l'occhio all'ironia tipica di Spinal Tap e Steel Panther. I testi sono a tratti semiseri, a tratti decisamente demenziali e provocatori. Nel disco trovano spazio lo sleaze al limite del punk, le ballate californiane e i pezzi cotonati come i capelli delle bionde nel Sunset Strip nel 1989. 
"Piece Of Cake" uscirà sul mercato digitale per Spider Rock Promotion venerdi 28 febbraio 2014.

Questa la tracklist definitiva di "Piece Of Cake":

1.     Fucker (A.Panther)
2.     One Night Stand (A.Panther)
3.     And The Devil Misses You  (Luke Rassman/A.Panther)
4.     Letters of Love (A.Panther-Wild Joey/A.Panther-Wild Joey)
5.     Roundabout is for losers (A.Panther)
6.     Neighborhood Rockstar (A.Panther)
7.     Gang of Wolves  (Wild Joey/A.Panther)
8.     You're not the same (A.Panther)
9.     Red Light Paradise (A.Panther-Dave J.Halson/Dave J.Halson)
10. The Show (A.Panther)
Lineup:

Andrew Panther  - Chitarre e cori
Wild Joey  - Batterie e cori
Dave J. Halson  - voce
Luke Rassman - Basso

Special guest:

Andrea Ciccomartino dei Graal (voce in "Roundabout is for Losers")
Luigi D'Attoli degli Scream From Hell (chitarra solista in "Light Paradise")


sabato 28 dicembre 2013

Carlo Aonzo - "M'illumino di meno"



Pubblico con grande piacere questo comunicato relativo ad un grande mandolinista della mia città. A lui devo molto…

Carlo Aonzo,  mandolinista savonese di fama internazionale è in finale con un suo brano al concorso indetto dal programma radiofonico Caterpillar di Radio2.

La trasmissione Caterpillar di Radio 2 ha indetto un concorso per scegliere l'inno 
che sarà usato per la prossima campagna "M'illumino di meno".
Sono stati selezionati 6 brani, tra gli oltre 50 pervenuti, che concorreranno 
al giudizio popolare sulla pagina Facebook "M'illumino di meno" di Caterpillar.
Lunedì 27 gennaio alle 18.30 sarà chiusa la votazione sulla pagina Facebook e 

sarà proclamato l'inno vincitore, che accompagnerà la campagna fino al 14 
febbraio.
VOTA ANCHE TU IL "MANDOL-INNO" di 
Carlo Aonzo, con Lorenzo Piccone 
(chitarra e voce) e Luciano Puppo (contrabbasso).
Per farlo, se sei iscritto a Facebook, vai su questo link:
https://www.facebook.com/milluminodimeno/posts/10152651128974465
ascoltalo e, se ti va, clicca "Mi piace"!
E, se vuoi dargli una mano, condividi questa notizia con i tuoi amici.

GRAZIE!

L'inno si può ascoltare su Soundcloud a questo indirizzo:





venerdì 27 dicembre 2013

OSANNA “Tempo”- Doppio DVD




BLACK WIDOW AFRAKA’
present
OSANNA “Tempo”
40 pages book + double DVD
“Live in Naples”   & "Osanna Story”

“Tempo”, long waited new Osanna release with a 40 pages book with lots of photos and 2 DVD. Prog lovers will be captured by this work full of great music with a recent concert at Trianon Theatre in Naples with orchestra and archives material with rare 70s video footage.
The book shows many pictures which tell Osanna Story with some photos from the 1st Osanna line up (Elio D’Anna, Danilo Rustici, Massimo Guarino, Lello Brandi) and a biography of the band written in Italian and English. The 2 DVD tell the history of the band from the first RAI video clips ‘til the recent live plays in Naples in 2012.


First DVD “Live in Naples” has realised at the Trianon Theatre in Naples on 24 October 2012 during the presentation of  “Rosso Rock” album; a concert with some guests as: David Jackson, Sophya Baccini, Maurizio Capone, Elio Eco, Giampiero Ingrassia, Gianni Leone, Antonella Morea, Tito Schipa Jr., la Banda “Concerto Musicale Speranza” di Pino Ciccarelli e l’Orchestra d’archi “Rosso Rock” Ensemble” diretta da Gianluca Falasca.
First half is more “electric” and Osanna plays with David Jackson, Gianni Leone and Sophya Baccini songs as: “‘A Zingara”, “Introduzione da YS” del Balletto di Bronzo, “Everybody’s gonna see you die”, In un vecchio cieco”, “Vado verso una meta” and “Theme One” (VDGG) to close first half of the gig.
The second half start with a tribute to “Milano Calibro 9” movie directed by Fernando Di Leo, with the suite from the album “Preludio Tema Variazioni e Canzona” realised in 1972 with Luis Bacalov; Osanna plays with the “Rosso Rock Ensemble” Orchestra directed by Gianluca Falasca.
Following some guests play with Osanna: Giampiero Ingrassia in “There will be time”, Tito Schipa Jr. “Per la Strada” (“Orfeo 9”) and Fiume (Landscape of Life), Antonella More, Maurizio Capone and Elio Eco in the final part of gig in “O Cuore e Napule” and “Fuje a chistu paese”.

Second DVD “Story” : 20 video clip represent the story of the Band, some are from RAI Archives and there are also videos from Capodistria and some come from private archives. From 1971 to 2009 20 videos show different Osanna line up from time of RAI and TeleCapodistria ‘til recent videos in Naples and Savona. Many different “L’Uomo” versions presented by Renzo Arbore, Enrico Simonetti, Nino Fuscagni, Vanna Brosio and clips taken from “Speciale Tre Milioni”, “Domenica In”, “Amico Flauto”, “Adesso Musica”, “Tutto è Pop” etc.
A really exclusive video is the one showing a Pop Festival in Naples “Be-In” (1973) where you can see some “prog” stars on stage...
11 videos are taken from the 70s and 9 videos regarding Osanna from 2000 to 2009 including live at Mediterraneo Theatre in Naples in 2001 and live at Chiabrera Theatre in Savona in 2009 with David Jackson, Gianni Leone and Sophya Baccini.




mercoledì 25 dicembre 2013

Bakerloo: la prima Bourèe Rock...


Uno dei brani simbolo della produzione dei Jethro Tull è Bourée, una rielaborazione in chiave rock estratta dalla suite per liuto in mi minore, realizzata in origine da Johann Sebastian Bach.
Non tutti sanno che… il brano venne pubblicato dalla band britannica Bakerloo circa un mese prima della versione assai più nota di Ian Anderson.
Al posto del flauto la chitarra del noto Dave “ Clem “ Clempson, all’epoca solo diciannovenne, che nell’occasione da prova di talento e precoce maturità all’interno di una band in cui resterà solo un anno.
Clempson iniziò la carriera nei Bakerloo, per poi passare con gli Humble Pie. Successivamente entrò a far parte dei Colosseum (70, 72, 94) di cui fa parte ancor oggi.
I Bakerloo produssero il solo album omonimo, nel 1969, prima dello scioglimento.
Un ringraziamento al musicofilo e scrittore Innocenzo Alfano, che ci ha segnalato l’episodio.

Ascoltiamo quindi la loro versione, il cui titolo è … Drivin' Bachwards





Questo l’album completo…

martedì 24 dicembre 2013

Auguri!


C'è chi ha o ha avuto la possibilità di dedicare un intero album al Natale... 
con Christmas Album, dei Jethro Tull, auguro a tutti i lettori delle serene feste di Natale...

lunedì 23 dicembre 2013

IL NOSTRO CANTO LIBERO-CAPODANNO IN PIAZZA


Cliccare sull'immagine per ingrandire


IL NOSTRO CANTO LIBERO

“Il nostro canto libero” è un concerto che nasce da un’idea di Gianni Dall’Aglio e di Massimo Luca, storici musicisti di Lucio Battisti, per condividere col pubblico le stesse emozioni che loro avevano vissuto  suonando in quel famoso duetto “Mina-Battisti” del 1972 al Teatro delle Vittorie a Roma, in occasione di una puntata di “Teatro 10”.
Il tema del concerto è ispirato al titolo di un’indimenticabile canzone di Lucio e del suo meraviglioso Album, “Il mio canto libero”.
Gianni e Massimo hanno suonato in quell’album, e sono testimoni di tante esperienze vissute con questo straordinario artista avendo collaborato ai suoi dischi per molto tempo.
Insieme a Gianni Dall’Aglio alla batteria e a Massimo Luca alla chitarra questa band si avvale della collaborazione di altri 3 grandi musicisti: Daniele Perini alle tastiere, Pino Montalbano  chitarra elettrica e  Franco Malgioglio al basso e voce!
I brani eseguiti nel concerto vanno da “E penso a te” a “La collina dei ciliegi”, da “I giardini di marzo” a “Innocenti evasioni”, ”da “Il tempo di morire” a “Vendo casa”, da “Emozioni” a “L’aquila” e “Il mio canto libero”… e tante altre ancora, per rivivere insieme quello che è stato “Il nostro Canto Libero” del periodo musicale più intenso e più emozionante della nostra storia!

Brani repertorio de “IL NOSTRO CANTO LIBERO”

E PENSO A TE
I GIARDINI DI MARZO
IL MIO CANTO LIBERO
L’AQUILA
COMUNQUE BELLA
LA COLLINA DEI CILIEGI
NON E’ FRANCESCA
INNOCENTI EVASIONI
IO VORREI, NON VORREI, MA SE VUOI
ABBRACCIALA, ABBRACCIATI, ABBRACCIAMI
VENTO NEL VENTO
INSIEME A TE STO BENE
VENDO CASA
UNA ( AMORE NON AMORE)
IL TEMPO DI MORIRE
LA LUCE DELL’EST
PER UNA LIRA
EMOZIONI
10 RAGAZZE
LA CANZONE DEL SOLE
INSIEME
MI RITORNI IN MENTE
PENSIERI E PAROLE
DIO MIO NO
IL NOSTRO CARO ANGELO
EPPUR MI SON SCORDATO DI TE

QUESTO FOLLE SENTIMENTO

sabato 21 dicembre 2013

Corrado Rossi a Savona

Fotografia di Mauro Bianchi

Corrado Rossi torna a Savona, mantenendo un saldo legame con MusicArTeam.
Se nella precedente situazione l’occasione traeva spunto dalla premiazione di un concorso letterario, giovedì 19 dicembre l’arte di Corrado ha sposato la mission dei Lions, e la partecipazione ad una tradizionale festa di fine anno ha permesso di confezionare una serata sobria, allegra nella giusta misura, carica di cultura e con un obiettivo benefico, legato ad una terra lontana, il Brasile, alle adozioni a distanza e ad attività tese a migliorare la vita di giovani bisognosi di aiuto.
Ad onor di cronaca l’associazione organizzatrice è Lions Club Savona Torretta, ma in questo spazio è d’obbligo soffermarsi sugli aspetti musicali.
Corrado Rossi è parso inizialmente emozionato, nonostante la sua esperienza culminata con le onorificenze ricevute ad Hollywood. Ma bastano poche note per vedere scemare la tensione e inizia il lungo set costituito, soprattutto, da suoi brani, eseguiti al piano a coda, elemento di per sé fascinoso che ha permesso a Corrado di creare un’atmosfera magica che ha coinvolto l’audience, anche quella poco abituata al genere musicale proposto. Le barriere sono magicamente cadute, e giovani e meno giovani hanno trovato un momento di piena comunione, sottolineato dalle immagini che ricordavano a tutti momenti significativi delle attività “Lions”, mentre il commento musicale incollava i ricordi alle speranze future.
C’è stato spazio per la riproposizione registrata del brano “ambient” Eclipse, vincitore  agli Hollywood Music in Media Award, che ha mostrato il volto più… avanguardistico di Corrado, un artista a proprio agio con ogni genere musicale.
E alla fine arriva l’omaggio al  punto di riferimento, il mitico Keith Jarrett, di cui Rossi parla nel video a seguire, stimolato da Max Pacini.
Non potevano mancare gli auguri natalizi e il brano scelto aggira la tradizione e avvolge il pubblico: Over the rainbow rimarrà nella memoria dei presenti.
Il contributo filmato potrà dare un’idea più precisa del feeling generale.
La musica di Corrado Rossi sopra ogni cosa, giusto elemento e prezioso collante di una serata molto fredda dal punto di vista atmosferico, riscaldata dagli intenti, dai risultati e dai buoni propositi. E che l’anno nuovo, come auspicato dal presidente Max Pacini, sia foriero di un po’ di serenità, quella di cui tutti abbiamo bisogno.


Set List

The outer me
In a whisper
Sophia's lullaby
Spring is coming
Ten Minutes
Take me home
Two hearts
Coming back
Walking with you
Like a flower
Heartland


Over the rainbow

martedì 17 dicembre 2013

CHRISTMAS IN JAZZ, il regalo natalizio di Danila Satragno


E’ uscito l’album “CHRISTMAS IN JAZZ” della cantante e vocal coach DANILA SATRAGNO. Il disco, che vanta la partecipazione di due leggende della musica italianacome Ornella Vanoni e Gino Paoli, sarà disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming (distribuito da Artist First). L’album contiene dodici brani della tradizione natalizia  riadattati in chiave jazz da musicisti del calibro di Paolo FresuLuca Mannutza (arrangiamenti), Rosario Bonaccorso e Nicola Angelucci  con il contributo di Giampaolo Casati, Armando Corsi, Dino Rubino, Fabio Rinaudo,  l’On Stage Music Choir e Chiara Cattaneo.

Il 22 dicembreDanila Satragno sarà  in concerto al Blue Note di Milano dove presenterà i brani del disco accompagnata dal “Danila Satragno Quartet”.

«Quando da bimba ascoltavo Judy Garland e Bing Crosby - racconta Danila - sognavo che da grande avrei interpretato le più belle canzoni di Natale al fianco di grandi musicisti ed ecco che il sogno si è avverato! Spero soprattutto che questo “Christmas In Jazz” costituisca un modo sentito e sincero di santificare il Natale con un regalo d’amore dedicato ai bambini ».

“Christmas In Jazz”sarà distribuito anche nelle edicole di Piemonte, Lombardia e Liguria allegato al mensile “Espansione” e parte dei ricavati saranno devoluti a favore di un noto ospedale pediatrico ligure.

Danila Satragno, cantante jazz e musicista, ha collaborato con grandissimi artisti, tra cui Fabrizio De André, Ornella Vanoni, Red Canzian, Annalisa Scarrone, Rossana Casale, Mango, Uri Caine, Stefano Bollani, Nick the Nightfly e molti altri. La sua lunga esperienza di vocal coach per professionisti e per giovani talenti l’ha portata a elaborare l’esclusivo metodo Vocal Care®,che insegna anche nelle Scuole Vocal Care®diMilano, Roma e Savona.Nel 2011 ha pubblicato il suo primo libro, “Voglio cantare”, che ha avuto un grande successo, seguito dalla pubblicazione del libro “Accademia di canto”, dedicato a tutti coloro che vogliono imparare ad usare al meglio la propria voce.


venerdì 6 dicembre 2013

VOX40: 1° VISIONE


E’ da poco in circolazione il DVD/CD che testimonia il VOX 40, la celebrazione della carriera di Bernardo Lanzetti, ed un tributo allo strumento “voce”.
Che dire, con tutta la voglia del mondo di scrivere in modo obiettivo, non posso negare di essere toccato da quel genere musicale, e non posso nascondere un particolare apprezzamento per la musica dell’Acqua Fragile e di Bernardo in particolare, a cui sono legato da legame di amicizia. E poi… ho avuto un ruolo organizzativo all’interno del progetto, assieme al mio “socio” Angelo De Negri.
Tutta questa premessa per sottolineare che lo sforzo che devo fare per mantenere un certo distacco, un profilo professionale, è tanto.
Il contenitore è doppio, CD e DVD, ma vorrei spendere qualche parola sulla parte “video”.
Dal punto di vista prettamente tecnico è uno dei più bei filmati live che abbia mai visto; ho rivissuto l’emozione del 28 maggio, ho riascoltato le varie sezioni cercando di recuperare particolari che avevo perso, ho risentito il calore del pubblico, riuscendo a ripercorrere la lunga strada di avvicinamento che per me era iniziata un sabato di fine marzo, quando in un hotel di Genova veniva realizzata una video intervista ed un servizio fotografico - di Alberto Terrile -  che rappresentavano lo start up del progetto.
Emozionante dicevo, ma un libro scritto bene è ancora più gradito se anche il contorno è gadevole, e in questo caso direi che non è fatto estetico, ma certi dettagli permettono di apprezzare il grande lavoro di squadra e l’opera di un regista unico, naturalmente Lanzetti.
Ma fantastico è anche il lavoro di chi ha filmato -  e forse montato  - tutto ciò che è accaduto sul palco, perché le riprese in primo piano - non solo di Bernardo - danno evidenza ravvicinata di singole performance che si trasformano in momenti catartici.
Ma è tutto il clima che affascina, le riprese del Parco, quelle del Teatro, il backstage e le immagini del foyer. Nell’aria il “profumo “ di Amneris Bonvicini, che lascia il segno, anche se forse è fatto palese per chi ha vissuto da vicino l’evento.
La regina è la musica e i suoi protagonisti. Artisti di eccezione che si lasciano guidare dal capo carismatico, sicuri di essere in buone mani.
Grande la soddisfazione di aver presenziato al VOX40, fantastico poter rivedere e costudire un momento di storia musicale.
E sono certo che il DVD del VOX40 non potrà mancare nella videoteca degli appassionati della musica di qualità.

Fotografia di Renzo De Grandi

VOX 40 “Forty Years of Voice Impossible”

Performed Live at Teatro al Parco, Parma, Italy May 28, 2013
Acqua Fragile per Orchestra: 1 -“Acqua Tango Medley, 2 -“Cosmic Mind Affair”, 3 - “Professor”, 4 – “Bar Gazing”, 5 – “Mass Media Stars”, 6 – “Education Story”, 7 – Going Out”, 8 – “Comic Strips”, 9 – “Morning Comes”.

Line up:
Bernardo Lanzetti & Tango Spleen Orquesta - Mariano Speranza, conductor and piano - Andrea Marras, violin - Elena Luppi, viola - Gian Luca Ravaglia, upright bass - Silvio Jara, guitar & percussions - Francesco Bruno, bandoneon - Anna Palumbo, percussions - Bernardo Lanzetti, lead vocals and acustic guitar
plus: Adrian Ensemble String Quartet: Jacopo Cavalli, violin - Cecilia Bolognesi, violin - Davide Berselli, viola - Paola Herbertson, cello.
Anna Barbazza - Alex Giallombardo, backing vocals. Special guests: Piero Canavera, drums - Franz Dondi, electric bass

Eclectic CCLV: 1 – “Hylas & The Nymph”, 2 – “Words Got The Power”, 3 – “The Late Hour”.

Line up:
Bernardo Lanzetti, lead vocals and “glovox” - Gigi Cavalli Cocchi, drums - Enzo Frassi, upright bass - Pierpaolo Vigolini, piano.

Chocolate Kings: 1 – “La Carrozza Di Hans”, 2 - “Dolcissima Maria”, 3 - “Paper Charms”, 4 – “Traveler, 5 – “Harlequin”, 6 – “Chocolate Kings”, 7 – “Impressioni di Settembre”, 8 - “Red Vertigo”, 9 – “William Tell Overture”, 10 – “ E’ Festa/Celebration”.

Line up:
Bernardo Lanzetti lead vocals and “glovox” - “Chocolate Kings” Prog Tribute Band: Maurizio Colori, bass - Giulio Sirci, drums - Matteo Settepani, guitars - Laurence Cocchiara, violin - Michele Sanchini, keyboards. Special Guest: Franco Taulino, flute and recorder.
VOX 40. Live Show- Produced by Amnerys Bonvicini & Bernardo Lanzetti
Audio Tracks -Produced by Bernardo Lanzetti
Video DVD - Produced by Bernardo Lanzetti & MARACASH Records.
Ufficio stampa MAT service